Il pavee e la ragazza

Il pavee e la ragazza è un romanzo di formazione tenero e al tempo stesso crudo, in cui al legame fra i due giovani protagonisti si legano temi sociali più profondi come il razzismo e l’ancestrale rifiuto per la cultura nomade e gitana che caratterizza un po’ tutti i popoli d’Europa. Ambientato nella verde Irlanda, ha vinto nel 2019 diversi premi fra cui il Premio Orbil nella sezione young adults, è stato inoltre uno dei finalisti al prestigioso Premio Andersen nella sezione 12+.

Jim Curran non ha nessuna intenzione di affrontare il primo giorno nella nuova scuola. Ogni volta che lui, i suoi genitori e i suoi parenti si fermano in una nuova città con le loro roulottes è la stessa storia. I “pavee” non sembrano essere graditi in nessuna città, e l’irlandese Dundray non fa certo eccezione: “Zingari”, “rom”, “ladri”… gli appellativi si sprecano sempre e fanno sempre seguito cattiverie, risse tra ragazzi e botte. Ai “buffer”, gli stanziali, non piacciono i nomadi. Jim arriva al suo primo giorno di scuola media che ancora non sa leggere, né scrivere. Nessun insegnante si è mai preoccupato più di tanto di lui, un ragazzo che resta a scuola solo per brevi periodi e poi va via perché dovrebbe essere seguito come gli altri? All’ingresso di scuola tutti i ragazzi nelle loro uniformi rosse squadrano Jim dalla testa ai piedi, mormorando i loro insulti. Tutti tranne una ragazza, Kit, che invece dedica a Jim un largo sorriso. La sua uniforme è larga, almeno due o tre misure in più. Kit spiega a Jim che suo padre, quel gran taccagno, la ha comprata così in modo che le duri per tutti gli anni delle medie. Fra Jim e Kit nasce subito un legame speciale, uno di quelli che si possono provare solo durante l’adolescenza.

L’autrice Siobhan Dowd, prematuramente scomparsa nel 2007, ha voluto imprimere in questa storia tutto il suo amore per la tutela delle minoranze culturali e linguistiche, che ha portato avanti con la sua fondazione Siobhan Dowd Trust (www.siobhandowdtrust.com) che ancora oggi si occupa di promuovere la possibilità di studiare per ragazzi svantaggiati nel Regno Unito e in Irlanda. Uovonero porta in Italia questo ultimo racconto di Siobhan dopo aver pubblicato le sue storie più note, fra cui Il mistero del London Eye, vincitore del Premio Andersen nel 2012. Le illustrazioni in acquerello di Emma Shoard, delicate e realistiche per quanto riguarda panorami e lande irlandesi, accompagnano ogni pagina della storia per una lettura maggiormente emozionale, adatta soprattutto agli adolescenti in crescita, coloro che più di tutti hanno la necessità di apprendere i valori dell’umanità e dell’accoglienza, troppo spesso dimenticati a causa di adulti distratti o poco educati alla diversità, che rendono il nostro mondo così vasto e vario.

Il pavee e la ragazza
Siobhan Dowd, Emma Shoard
Traduzione di: Sante Bandirali
Illustrato ragazzi
Uovonero, 2018

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *